Sistemi Biometrici: tra frenesia e limiti

La diffusione delle credenziali biometriche è stata una rivoluzione nel mondo della sicurezza informatica. L’innovazione ha reso possibile l’accesso ai servizi con un tocco, uno sguardo, una parola, generando una vera e propria frenesia per i sistemi di autenticazione biometrica.

redatto da Aryon Solutions | Cyber Security | 21-02-2019

La diffusione delle credenziali biometriche è stata una rivoluzione nel mondo della sicurezza informatica. L’innovazione ha reso possibile l’accesso ai servizi con un tocco, uno sguardo, una parola, generando una vera e propria frenesia per i sistemi di autenticazione biometrica.

Questi si diffondono oggi in maniera capillare, semplificano la gestione delle credenziali, incrementano immediatezza e user experience.Attenzione però, non è tutto oro quello che luccica! Comodità non è sempre sinonimo di sicurezza. Ai tanti pro dei sistemi di autenticazione biometrica corrispondono infatti altrettanti contro, vediamo quali:

 - Viene acquisita solo una parte dell’attributo biologico usato per il riconoscimento, ed è la sola necessaria per un’autenticazione positiva. Ciò comporta che i lettori devono tollerare imprecisioni nei dati forniti per garantire l’identificazione fluida richiesta dal mercato consumer, in questo modo però il sistema è meno sicuro.

- Il danno è più alto se le informazioni vengono rubate: l’autenticazione biometrica tradisce uno dei capisaldi della sicurezza informatica, ossia la necessità di diversificare le credenziali d’accesso. Se in passato veniva scoperta una password questa poteva essere cambiata, se invece viene violata un’impronta o i tratti di un volto, l’hacker avrà accesso a tutti i servizi protetti dai dati biologici, che non potranno più essere usati in sicurezza.

- Non sono infallibili: ricerche dimostrano che le tecnologie di riconoscimento non sono immuni ad errori, c’è poi reticenza da parte di molti utenti ad utilizzarli in contesti diversi da quello privato, ad esempio in ambito aziendale.

Si tratta quindi di problemi reali ma superabili, i dati biometrici pur non essendo infallibili offrono sicurezza a costi inferiori rispetto ad un uso massiccio di password. Insieme ai rischi di violazione si sviluppano anche soluzioni di sicurezza biometrica che consentono di trattenere le informazioni in spazi diversi. Bisognerà pertanto rinunciare ad una certa dose di comodità, l’accuratezza potrà andare a discapito della velocità, ma d’altronde si sa: in ambito informatico, la sicurezza non è mai troppa!

Fonte:

https://www.agendadigitale.eu/sicurezza/biometria-per-la-sicurezza-di-computer-e-cellulare-rischi-e-limiti/