Attacchi informatici in Italia nel 2020: il punto della situazione

Negli ultimi mesi le minacce informatiche hanno registrato un'escalation

redatto da Aryon Solutions | Cyber Security | 17-07-2020

Negli ultimi mesi le minacce informatiche in Italia hanno registrato un’escalation, come conferma il terzo Rapporto sulle minacce alla sicurezza informatica in Italia, dal titolo “Le imprese estese sotto minaccia”, realizzato da Opinion Matters per conto di VMware Carbon Black. 

La ricerca evidenza come il 99% delle aziende del nostro Paese intervistate ha subito una violazione dei dati a causa di un attacco informatico nell’ultimo anno, con una media di 2,20 violazioni per organizzazione. Infatti, il 68% delle imprese ha ammesso di non aver subito un’unica violazione ma 2 o addirittura di più.

Oltre al dato numerico, è cresciuta anche la qualità degli attacchi informatici realizzati dagli hacker: per l’85% degli esperti in materia, le minacce sono diventate più sofisticate rispetto al passato, con passi in avanti notevoli. 

La causa principale delle violazioni è da identificare nell’island hopping soprattutto per quel che riguarda i settori del comportato manifatturiero e ingegneristico (37%), dell’assistenza sanitaria (27,5%) e del segmento alimenti e bevande (30%). 

All’island hopping fanno seguito le vulnerabilità del sistema operativo (18%) e gli attacchi ad applicazioni web (14%). 

Una grande sorpresa ha riguardato i  tentativi di phishing, notevolmente diminuiti tra gli attacchi riusciti: se nell’ottobre 2019 il phishing rappresentava il 23% delle violazioni andate a segno, ora il dato è sceso ad appena il 2%. 

Stesso discorso si può fare per i ransomware, passati dal 24% di efficacia al 3%. 

Non lasciare la tua organizzazione in balia degli hacker: possiamo fornirti le soluzioni Darktrace necessarie per mantenere al sicuro i dati aziendali!